• studio di psicologia

DOTT. MORENO BLASCOVICH

Nato a Mestre nel 1955.

Studio, Via Cappuccina n 36, tel. 041 5042056 , E-MAIL : morenoblasco@ hotmail.com

Laurea in psicologia presso l’università di Padova ottenuta il 24/3/1980 con il punteggio di 104/110.
Psicoterapeuta, psicoanalista, psicodrammatista. Responsabile sede ICAB ( Istituto per la Cura dell’Anoressia e Bulimia ), via Cappuccina n 36 ,Mestre (VE).
Iscritto, il 19 ottobre 1993, all’ordine professionale degli psicologi della regione Veneto, numero di repertorio 179.

 

CURRICULUM FORMATIVO

Ha svolto tirocinio pratico presso l’istituto C. Gris di Mogliano Veneto dal 1/4/1980 al 10/5/1982.
Ha prestato opera, in qualità di psicologo volontario, presso l’istituto C.Gris dal 1/6/1982 al 22/2/1983.
Dal 1983 al 1987 ha seguito un corso di formazione in “terapia familiare” ad orientamento sistemico con il prof. Adolfo Omodeo.
La formazione professionale è stata di tipo psicoanalitico, analisi didattica conclusa.
Dal settembre 2000 ha frequentato un gruppo di base di psicodramma analitico a Roma e sempre a Roma ha svolto la formazione allo psicodramma analitico con Elena Croce e Renato Gerbaudo.
Dal gennaio 1990 al giugno 2000 è stato membro aderente della “Scuola Europea di Psicoanalisi”, e dal 1999 al 2000 è stato membro dell’A.M.P. (Associazione mondiale di psicoanalisi).
Dal giugno del 2000 è analista membro dell’I.F.C.L.(Internazionale dei Forum, Scuola di Psicoanalisi del Campo Lacaniano).
Dal 2005 è membro associato della Società Italiana di Psicodramma Analitico ( SIPSA ).

CARRIERA LAVORATIVA

Dal 1/8/1985 al 1/8/1996 ha lavorato in qualità di psicologo presso l’istituto C. Gris di Mogliano Veneto, istituto che accoglie disabili psicofisici e pazienti psichiatrici, coordinando anche il “centro diurno” dell’istituto.
Dal maggio 1985 lavora presso il proprio studio in qualità di psicoterapeuta, e successivamente come psicoanalista; attualmente la sede dello studio si trova in Via Cappuccina n. 36, Mestre ( VE ).
E’ stato docente degli insegnamenti di “psicologia generale”, “psicologia speciale”, “rielaborazione del tirocinio” e conduttore di “gruppi eterocentrati” nell’ambito dei corsi biennali di formazione per “operatori addetti all’assistenza” negli anni 1986/87, 1987/88, 1988/89, 1989/90. I corsi erano organizzati e gestiti dall’istituto C.Gris.
Nel 1988 ha svolto attività didattica nell’ambito del “corso di aggiornamento obbligatorio” per il personale del dipartimento di salute mentale dell’USL di Sacile (PN).
Dal 1996 al 2003 ha svolto attività di supervisione degli operatori dei CEOD dell’azienda sanitaria di Venezia.
Dal 1997 al 2003 ha svolto attività di consulenza per la cooperativa “Realtà” di Marghera ( VE ). La cooperativa è un CEOD per disabili psichici. Le attività svolte riguardavano la supervisione degli operatori e del coordinatore e la conduzione di un gruppo con operatori e genitori.
Dal 1997 svolge attività di consulenza presso il centro modulare “ G. Zorzetto” di Mestre, il centro si occupa di disabili psico-fisici.
Negli anni 1998,1999,2000,2001,2002 ha svolto attività di formazione e supervisione delle equipe dei centri di salute mentale e delle comunità terapeutiche del dipartimento di psichiatria dell’azienda sanitaria “Alto Friuli”, Tolmezzo e Gemona.
Dal 1998 svolge attività di supervisione delle equipe del centro diurno e della comunità alloggio per disabili “Madonna Nicopeja” del Lido di Venezia, dell’Opera Santa Maria della Carità.
Da maggio1995 a marzo 2001 è stato il responsabile del centro ABA (Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia e i disordini alimentari ) di Mestre (Ve); attualmente continua l’attività di ricerca e cura rispetto alle problematiche del disagio alimentare e del disagio giovanile nelle sue diverse forme , avendo istituito con la propria equipe un centro terapeutico denominato ICAB ( Istituto per la cura dell’anoressia e bulimia ) con sedi a Mestre, Trieste, Udine, Padova e Pordenone.
Negli anni 2000 e 2001 ha svolto attività di formazione e supervisione dell’equipe della comunità alloggio di Oderzo ( VE ) ; la comunità accoglie disabili psicofisici.
Dal mese di maggio 2001 al mese di novembre, dello stesso anno, ha condotto un percorso formativo per le equipe dei tre centri diurni per disabili psichici di Conegliano, San Vendemiano e Codognè ( TV ) per conto della cooperativa sociale CODESS.
Dal dicembre 2002 al 2005 ha svolto attività di formazione e supervisione presso il CEOD dell’Anffas di Venezia.
Dal dicembre 2003 svolge attività continuativa di formazione e supervisione presso la comunità psichiatrica “Il Cormorano” del Lido di Venezia; la comunità è gestita dall’opera “Santa Maria Della Carità”.
Dal 2005 svolge attività continuativa di supervisione presso la comunità psichiatrica “ l’Airone” del lido di Venezia; la comunità è gestita dall’Opera Santa Maria della Carità.
Dal giugno 2003 al giugno 2007 ha condotto con il collega di Roma Dott.Renato Gerbaudo un gruppo di base di psicodramma analitico per psicologi e medici.
Dal settembre 2007 a tutt’oggi il gruppo di base di psicodramma analitico viene condotto con il Dott. Marco Pacelli di Roma.
Dal dicembre 2003 a tutt’oggi la supervisioni del Centro modulare Gaetano Zorzetto e del centro diurno del Lido, della “ Madonna Nicopeja”, vengono effettuate attraverso il dispositivo dello “Psicodramma analitico”.
Da Giugno 2004 ha iniziato un percorso formativo per gli educatori della cooperativa sociale “Elleuno” che si occupano dell’assistenza domiciliare di bambini e adolescenti a rischio, e delle loro famiglie. Il progetto prevede due incontri mensili , il primo con la modalità classica di supervisione, il secondo attraverso il dispositivo dello psicodramma analitico. La supervisione è terminata nel giugno 2009.
Nel 2005 ha svolto attività di supervisione per gli operatori della comunità per disabili di Orsago ( TV), gestita dalla coopera sociale FAI.
Il 15 settembre 2005 ha tenuto una giornata di formazione presso il dipartimento di salute mentale di Pordenone sul tema della cura di soggetti con disturbi del comportamento alimentare, attraverso lo psicodramma analitico.
Da novembre 2006 ha ripreso la supervisione presso la comunità di Orsago con due sedute di supervisione al mese , una con la modalità classica l’altra attraverso il dispositivo dello psicodramma analitico. (tuttora in corso)
Dal maggio 2006 ad ottobre dello stesso anno ha condotto un percorso formativo per l’equipe della comunità per disabili di Aviano ( PN ) denominata “Casa Padiel”, gestita dal consorzio “Leonardo”.
Da marzo 2007 a dicembre 2007 ha condotto un percorso formativo e di supervisione presso i centri diurni per disabili psicofisici dell’azienda sanitaria di Pordenone, con due sedute mensili per ogni centro.
Dal 2008 al 2011 ha svolto attività di supervisione dell’equipe della comunità per minori “Fatima” gestita dall’opera Santa Maria della Carità di Venezia.
Dal novembre 2009 ha iniziato la supervisione tutt’ora in corsonella comunità terapeutica per tossicodipendenti Emmaus di Mestre, gestita dall’Opera Santa Maria della Carità di Venezia.

Attività in qualità di docente e/o relatore

Dal 2000 è docente di “psicologia e psicopatologia dello sviluppo” presso l’ICLeS (Istituto per la Clinica dei Legami Sociali, l’istituto è legalmente riconosciuto per la formazione degli psicoterapeuti) di Venezia ed è docente di “ questioni speciali di clinica psicoanalitica” nella sede ICLeS di Milano.
Negli anni 2000 e 2001 è stato incaricato dal Comune di Venezia di svolgere attività di formazione e di supervisione per le assistenti sociali dell’area disabilità.
Negli anni 2000 e 2001 ha condotto la formazione e la supervisione dei conduttori dei gruppi di autoaiuto di genitori di soggetti disabili a Mestre.
Nell’anno accademico 2003/4 ha tenuto un seminario di dieci incontri alla facoltà di Psicologia di Padova, in qualità di cultore della materia, presso l’insegnamento del prof. Bruno Vezzani “ teoria e tecnica della dinamica di gruppo” ; il tema del seminario riguardava la cura dell’anoressia e bulimia attraverso lo psicodramma analitico.
Nell’anno accademico2004/5 sempre all’interno dell’insegnamento del prof. Bruno Vezzani ha svolto otto lezioni sulla funzione del gruppo e dello psicodramma analitico nella cura di soggetti psicotici e di soggetti anoressico/bulimici, e come strumento di supervisione.
Nell’anno accademico 2005/6 ha tenuto tre lezioni, sempre presso l’insegnamento del prof. Vezzani, sul tema “ il perturbante nei gruppi con soggetti anoressico/bulimici”.
Negli anni accademici 2006/7, 2007/8, 2008/9, 2009/10, sempre presso l’insegnamento del prof. Vezzani ha tenuto alcune lezioni inerenti la funzione dello psicodramma analitico sia nella cura che nella formazione.
Negli ultimi venti anni ha partecipato a vari convegni, in qualità di relatore, sui temi della disabilità, della psicosi, dell’anoressia e bulimia, della funzione del gruppo in ambito psicoterapeutico e formativo, dei nuovi sintomi della modernità, della funzione del gioco, dello sguardo e dell’osservazione nello psicodramma analitico, e dell’attualità della psicoanalisi.


Pubblicazioni:

In “Il lavoro dei clubs degli alcolisti in trattamento a Treviso e nel Veneto “ AA.VV , Edito Zoppelli, 1988.
In “Ripensare la psicosi” AA.VV. 1993, cooperativa editoriale “ Il Campo”, “Psicosi, cronicità, istituzione.”
A cura di Moreno Blascovich e Marina Zorzi, per la “Editre edizioni”, “Handicap, istituzione, territorio”, 1989.
A cura di Moreno Blascovich, per le edizioni ANFFAS, “ Maturità e senescenza del disabile psichico” 1990.
In “Immagini e sguardi nell’esperienza psicoanalitica” AA.VV. , “Immagini e sguardi nell’esperienza psicoanalitica: un caso di psicosi”, Astrolabio.
In “ABA news” , n.19, “Abuso e normalità”.
In “La cura nei gruppi ABA: elementi di teoria e di clinica” AA.VV. , “Dal corpo immacolato al corpo devastato”, edito da Franco Angeli, 1997.
In “I gruppi ABA: interruzioni e conclusioni della cura.” AA.VV. , “Cosa fa si che un lavoro gruppale includa la psicoanalisi”, edito da Franco Angeli, 1998.
In “ Trauma, abuso e perversione” AA.VV. , “Difficoltà incontrate nella relazione terapeutica con ragazze abusate”, edito da Franco Angeli, 2000.
In “L’Ippogrifo “ AA.VV , “ Creatività e arte, ruolo e funzione della psicoanalisi nell’istituzione” Libreria al Segno Editrice, 2002.
In “ Notes Magico” rivista di psicoanalisi , 2003/3 , AA.VV , “ L’equipe e i suoi percorsi” , Editrice Clinamen
In “ Asclepio e il centauro” “ Il compito della psicoanalisi nell’epoca delle psicoterapie”
a cura di Ettore Perrella” ; “La psicoanalisi e il dispositivo gruppale nella cura delle anoressie e della psicosi”; Franco Angeli editore, 2005.
In “Socchiudere il gruppo”, a cura di Bruno Vezzani,” Per una clinica dell’anoressia e bulimia. Dal sintomo come risposta alla domanda possibile”,Franco Angeli editore, 2005.
In “ Notes Magico” rivista di psicoanalisi, 2005/5, AAVV, “ La psicoanalisi e il dispositivo gruppale nella cura delle anoressie e della psicosi”, Editrice Clinamen.
In “Notes Magico”,rivista di psicoanalisi, 2006/6, AAVV, “Il perturbante tra gioco e realtà nel dispositivo dello psicodramma analitico”, Editrice Clinamen.
In “ L’Ippogrifo”,AAVV, “La seduzione di un voce sovversiva e stonata”,scritto con Patrizia Gilli, Editrice Libreria al Segno.

STUDIO DI PSICOLOGIA SCIENTIFICA di GILLI PATRIZIA & BLASCOVICH MORENO | 36, Via Cappuccina - Mestre - 30172 Venezia (VE) - Italia | P.I. 02734460278 | Tel. +39 041 957964   - Cell. +39 347 4195145 | morenoblascovich@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy